Bonus Covid 1000 euro: decreto ristori

Il Bonus Covid da 1000 euro è stato introdotto con il decreto ristori in aiuto alle categorie più colpite dalle nuove restrizioni a causa dell’emergenza sanitaria. Inizialmente la scadenza per presentare le domande era fissata al 30 novembre, ma è stata prorogata al 18 dicembre.

Vediamo insieme nello specifico a chi si rivolge il bonus e come richiederlo.

Bonus Covid 1000 euro: a chi si rivolge?

Il bonus covid, come detto anticipatamente, spetta alle categorie più colpite dalle chiusure per fronteggiare l’emergenza sanitaria, come specificato all’interno del Decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale, possono accedere al bonus i seguenti lavoratori:

  • lavoratori stagionali del turismo
  • lavoratori stagionali degli stabilimenti e centri termali
  • lavoratori dipendenti a tempo determinato del settore del turismo e degli stabilimenti termali
  • lavoratori stagionali di tutti gli altri settori (es agricoltura)
  • lavoratori dello spettacolo (particolarmente colpiti da questo ultimo dpcm 24 ottobre)
  • lavoratori intermittenti
  • prestatori d’opera
  • lavoratori porta a porta
  • lavoratori senza partita Iva e senza iscrizione ad altre forme previdenziali

Il bonus che va dagli 800 euro ai 1.000 euro verrà erogato :

  •  1.000 euro per i lavoratori autonomi occasionali; i lavoratori stagionali e a termine del turismo, degli stabilimenti termali, e dello spettacolo, intermittenti, a domicilio;
  • 800 euro per i lavoratori del settore sportivo che avevano già ricevuto le indennità previste dai decreti precedenti.

Quali criteri bisogna rispettare per poter usufruire del bonus ?

Questi lavoratori devono:

  • aver cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del decreti Ristori,
  • aver svolto la prestazione lavorativa per almeno 30 giornate nello stesso periodo,
  • non devono essere titolari di pensione,
  • non devono essere titolari di Naspi
  • non devono avere un rapporto di lavoro dipendente.
  • i lavoratori autonomi, privi di partita IVA non devono essere iscritti ad altre forme di previdenza e devono essere gia’ iscritti alla data del 17 marzo 2020 alla Gestione separata,
  • i lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo devono avere almeno 30 contributi giornalieri versati dal 1° gennaio 2019 alla data di entrata in vigore del presente decreto al medesimo Fondo, cui deriva un reddito non superiore a 50.000 euro, e non devono essere titolari di pensione.

Bonus covid 1.000 euro: come si richiede?

Tutti coloro che hanno già usufruito dei bonus presenti nei decreti precedenti al decreto ristori, si vedranno accreditare in automatico la somma prevista, pertanto non devono presentare una nuova domanda.

Coloro che non hanno ancora usufruito del bonus, possono presentare domanda per il riconoscimento delle indennità entro il 18 dicembre 

Vuoi richiedere il Bonus covid 1000 euro del decreto ristori, ma non sai come fare? 

Scrivici a info@politichedelavoro.it e penseremo a tutto noi !

 

0