Collocamento mirato: come iscriversi alle liste ?

 

“E’ bello poter far vedere il futuro agli altri in momenti in cui a loro sembra che il futuro non ci sia più.”  -Bebe Vio

 

Con l’espressione “collocamento mirato dei disabili” si intende tutta quella serie di strumenti che permettono un’adeguata valutazione della capacità lavorativa delle persone con disabilità . Comprende l’analisi dei posti di lavoro, le forme di sostegno da attivare, siano esse di eliminazione di barriere architettoniche che di relazione.

L’obiettivo è quello di offrire l’opportunità ad una persona con disabilità  di lavorare e sentirsi integrato nella società, che troppo spesso li lascia ai margini.

Chi ha diritto al collocamento mirato?

Chiaramente, per essere iscritto nelle liste di collocamento mirato, devi essere disoccupato.

Ci sono però delle eccezioni che ti permettono di mantenere l’iscrizione alle liste e dunque il posto all’interno della graduatoria, nonostante sia occupato con un impiego,  ma solo se si trovi in uno dei seguenti casi:

  • Lavori con un contratto a tempo determinato non superiore ai sei mesi;
  • Possiedi un reddito da lavoro subordinato o parasubordinato, con reddito minore di 8.000 euro lordi annui;
  • Hai un reddito da lavoro autonomo, con reddito minore di 4.800 euro lordi annui;
  • Svolgi un lavoro che rientra in progetti particolari. In questo caso non ci sono limiti di reddito.

chi può iscriversi alle liste?

Possono iscriversi alle liste mirate solo le persone appartenenti ad una di queste categorie ( legge 68/99):

  • Soggetti disabili con minorazioni fisiche o psicologiche con diminuzione della propensione lavorativa oltre il 45%;
  • Invalidi da lavoro con invalidità oltre il 33%;
  • Invalidi a causa di guerra;
  • Orfani e coniugi a causa di guerra o lavoro;
  • Figli e coniugi di invalidi a causa di guerra o lavoro;
  • Ceci oppure con visus inferiore a 1/10;
  • Sordomuti;
  • Invalidi civili (dunque che percepiscono l’assegno di invalidità) con diminuzione della capacità lavorative oltre i 2/3;
  • Invalidi al 100% ma solo se conservano ancora una capacità lavorativa.

Come faccio ad Iscrivermi?

  1. Prima di effettuare l’iscrizione devi essere in possesso del certificato di invalidità dell’INPS. Una volta in possesso del certificato devi recarti presso il Centro per l’Impiego della tua zona ( all’Ufficio Servizi per l’Inserimento Mirato).
  2. L’ufficio ti fa un colloquio per raccogliere tutte le informazioni utili alle tue esperienze lavorative;
  3. L’apposita commissione integrata redige una relazione finale, ti convoca per parlarti del percorso da intraprendere;
  4. L’ufficio del CPI infine, anche sulla base della relazione della commissione, redige insieme a te il progetto di inserimento lavorativo ed infine ti iscrive nella graduatoria unica.

Come viene calcolata la graduatoria?

La posizione in graduatoria dipende, da diversi fattori, oltre che dal grado di invalidità:

  • Anzianità di iscrizione alla graduatoria;
  • Carico familiare;
  • Locomozione problematica;
  • Situazione economica;
  • Ulteriori eventuali elementi utili individuati dalle Regioni.

Documenti per l’iscrizione

Per iscriverti alle liste di collocamento mirato è necessario portare i seguenti documenti:

  • Documento d’identità; se sei straniero extracomunitario devi portare il permesso di soggiorno;
  • Codice fiscale;
  • Certificato INPS rilasciato dalla commissione medica attestante la tua percentuale di invalidità.

 

Noi di Politiche del Lavoro siamo costantemente in contatto con le aziende del territorio lombardo che cercano nuovo personale da inserire nel proprio organico. Se sei già iscritto alle liste per il collocamento mirato e sei alla ricerca di un impiego, clicca su Domanda di Lavoro  e compila il format inserendo i tuoi dati.

Mi raccomando non dimenticarti di allegare il tuo Curriculum Vitae !

 

0

Post Correlati